UCOP 2013/2014

L’evento più ricco ed emozionante di sempre ritorna anche quest’anno, nella sua nona edizione, arricchendosi di nuove iniziative ed attività legate alla fotografia in tutte le sue forme

Terzo Meeting Mostra Nazionale
Roseto degli Abruzzi 2013/2014

In un mondo sempre più virtuale, dove la tastiera e lo schermo sono il punto di unione e nello stesso tempo barriera fisica, anche la passione fotografica trova il suo ampio spazio.
Sono moltissimi i social network, forum e community a tema fotografico in Italia, ma ad uno in particolare è venuta un idea, quella di rendere reale il virtuale. Un invito, sfidando la crisi che inesorabile reprime le buone intenzioni degli italiani, a condividere di persona a costo di percorrere svariate centinaia di chilometri, l’interesse artistico, culturale e fotografico.


Tutto ciò è accaduto a Roseto degli Abruzzi dall’idea geniale di Domenico Addotta, amministratore del Network fotografico denominato “Domiad Photo Network” e di Marco Cimorosi, fotoamatore e membro dello stesso staff, network che comprende i più noti e prestigiosi forum community in ambito nazionale (Canon Club Italia, Nikon Club Italia, Fuji Club Italia e Sony Alpha Community), seguiti da oltre 300.000 visitatori al giorno e che conta ad oggi oltre 200.000 iscritti, dislocati sui vari forum di discussione del network stesso.


L’idea era di chiamare a raccolta gli appassionati di fotografia da tutta l’Italia, siano essi professionisti o alle prime armi, indipendentemente dal proprio corredo fotografico. Per questo motivo il nome scelto per l’evento è stato: “United Color of Photographer”.


Sabato 2 novembre 2013 per l’intera giornata e domenica mattina si sono susseguiti a ritmo incalzante workshop, shooting session indoor e outdoor, mercatino dell’usato, proiezioni di diapositive con dissolvenza incrociata, interventi di grandi fotografi e altro ancora.


Andiamo comunque per ordine. I primi ad arrivare venerdì 1° novembre sono stati i protagonisti dei vari stand e i membri dello staff del “Domiad Photo Network” che dopo aver allestito i propri spazi si sono radunati insieme per un’importante sfida, quella degli “Arrosticini” (piatto tipico abruzzese), ma già proiettati per quel che sarebbero state le varie attività dell’indomani.


Sabato 2 novembre già dalle ore 9,30 ci sono stati i vari interventi con ospiti d’eccezione. Alessandro Bernardi di “PS School” ha aperto la giornata con i suoi interessantissimi workshop (per l’occasione gratuiti) spiegando le potenzialità di vari software di post produzione digitale, mentre Matteo Discardi ha presentato la sua eccezionale APP “Storie” per dispositivi Apple e Android proiettata in quello che sarà il futuro dei servizi fotografici di matrimonio, ma non solo.


Ana Paula Tamburini di Teacher-in-a-Box a sua volta ha presentato meravigliosi corsi di post produzione digitale, molto semplici e intuitivi.


Due fotografi di immenso valore culturale, Giovanni Marrozzini e Stefano Schirato hanno presentato alcuni loro lavori ed emozionato una platea attenta e commossa, smuovendo i sentimenti più intimi di ognuno di noi, facendoci capire il vero valore di uno scatto partendo dalla preparazione e costruzione fino alla sua realizzazione.
Nel locale degli stands intanto lavorava a pieno ritmo il favoloso staff di Nasti Camera Service Italia srl composto da Stefano ed Anna Nasti, Mario Biglietto, Nicola e Vincenzo, con decine e decine di sensori da pulire (gratuitamente per l’occasione) e consigli su eventuali interventi più mirati.
Di fronte a loro il banco de “Il Fotoamatore”, magistralmente seguito da Riccardo Riccardi, responsabile del negozio romano di recente apertura della catena “il Fotoamatore”, che illustrava la varietà dei prodotti fotografici a loro disposizione e offriva dei coupon sconto e tessere speciali relativamente alla garanzia di ben 4 anni su tutti loro prodotti.


Affianco a loro, lo stand di Photofuture con moltissimi prodotti di altissima qualità, dai treppiedi in fibra di carbonio agli zaini professionali, agli accessori tra cui caricabatterie professionali e kit luci per il video.
C’era anche un banco dell’usato Nikon con splendide ottiche, rari pezzi vintage e moderne fotocamere digitali.
Moltissime (più di 100 kg) le riviste fotografiche messe a disposizione gratuitamente dalla Casa Editrice “Editrice Progresso” di Paolo Namias (un nome storico della fotografia in Italia).
Lo spazio più vivace si trovava nella zona “Exibition” dove una mostra fotografica legata a tre contest (bianco e nero, colore e post produzione) occupava gran parte del locale, mentre dal lato opposto tre set fotografici dedicati a Model Sharing, Baby shooting e Still-Life rispettivamente presieduti dallo staff di Photofuture (fornitore di sfondi colorati ed impianto a luce continua per la shooting session di Model Sharing), Dino Di Cioccio e Gianclaudio Romano, catalizzavano l’attenzione di decine di obiettivi.


Le modelle, per l’occasione acconciate dall’azienda di produzione prodotti per parrucchieri “Tricol” rappresentata da Gino, Roberto e Gianni, dall’eclettico parrucchiere Gianni Fuschi di “In Primo Piano Parrucchieri” e Roberta Palazzese di “Benessere Donna”, si alternavano sia indoor sia outdoor.
Il set più simpatico è stato certamente quello di Dino di Cioccio e sua moglie Shezcka, capaci di inventare personaggi e pose per i piccoli protagonisti, i bambini, trasformati per l’occasione in veri e propri attori assumendo pose da star.


La semplicità con cui Gianclaudio Romano, professionista fotografo di Roma ha spiegato alcuni segreti per gli scatti Still-life è stata disarmante. Niente softbox, niente luci complicate, niente sfondi trascendentali, ma un semplice tavolo, due sedie, qualche molletta e qualche vassoio di alluminio e la magia è fatta.


Grande attesa da parte di tutti i partecipanti per la cena di gala durante la quale sono stati assegnati i premi. Una gradevole musica dal vivo eseguita dalla band “Little Step” con Michele Cimorosi, Andrea Conti, Andrea Ciaccio e Fabiano Di Dio, ha fatto da sottofondo al momento clou della manifestazione.


Sono stati presentati lo staff del Domiad Photo Network e la giuria composta da Bruno Colalongo (giurato FIAF e presidente di Aternum fotoamatori abruzzesi), Luciano Astolfi artista pittore rosetano, e i fotoreporter Giovanni Marrozzini e Stefano Schirato. Oltre a loro sono stati presentati gli sponsor: Fondazione Alinari di Firenze, Epson Italia, Bizmodel, PS School, Storie, Teacher-in-a-box, Il fotoamatore, Photofuture, Nasti Camera Service Italia srl, Fotografia.it, All Prints, Prostudio360.it, Editrice progresso, FotoMe.it, Forniture Conti, Hotel Bellavista Roseto.
Durante i giorni del super meeting diversi fotografi hanno organizzato uscite fotografiche in varie località abruzzesi così come nella bella spiaggia di Roseto degli Abruzzi nell’inconsueta veste di mare autunnale.


Finalmente le premiazioni:

-Premio sezione black & white: Giuseppe Suriano (set luci professionale offerto da Prostudio360).
+ abbonamento Totale Annuale al Lezionario Online di Teacher-in-a-Box

-Premio sezione color: Paolo Laddomada (Delsey Camera Bags ODC 53 offerto da Photofuture).
+ abbonamento Totale Annuale al Lezionario Online di Teacher-in-a-Box

-Premio sezione post produzione: Giovanni Di Domenicantonio (Video corso ufficiale in Italiano in HD sul Picture Postcard Workflow offerto da PS School).
+ abbonamento Totale Annuale al Lezionario Online di Teacher-in-a-Box

-Premi speciali: Rossella Vergara, Remo Cutella, Giovanni Di Domenicantonio (premi Eneloop+Jupio, Redged+Adox, Rotolight offerti da Photofuture).

-Premi speciali: Agostino Di Domizio (partecipante non espositore) – abbonamento Totale Annuale al Lezionario Online di Teacher-in-a-Box – estrazione casuale del 3/9/2013


La torta con i loghi delle community appartenenti al “Domiad Photo Network” ha chiuso in dolcezza una bellissima giornata di immersione totale nella fotografia. La soddisfazione e la felicità trasparivano chiaramente negli occhi di tutti i partecipanti di quello che è stato un fantastico weekend fotografico che resterà impresso nel cuore di tutti.
L’appuntamento è per la prossima edizione, che si preannuncia da subito ancora più ricca e importante.